Massoneria

 Disse: – Io e il nonno di quel ragazzo siamo massoni -Perché parli a bassa voce? – dissi. – Anche il padrone è massone, ma io non l’ho mai sentito bisbigliare in merito.

– Non me n’ero accorto- disse Ned. – Ma anche ammesso che lo facessi. A che scopo appartenere a una loggia, se non è almeno così segreta che quasi nessun altro ci possa entrare? E come riuscirai a mantenerla segreta se non la tratti come una loggia segreta? –

 

William Faulkner, I saccheggiatori, Mondadori, 1963, pp. 204-205

 

   – Com’è che il mio francese non ha funzionato, e i tuoi gesti sì? – domandò Harvey quando il tabacco venne distribuito agli uomini della We’re Here.

– Li chiami gesti, li chiami? – sghignazzò Platt- Bé, è vero, ma erano anche una lingua più vecchia del tuo francese, Harvey. Quelle navi francesi erano piene di massoni, ecco perché.

– Tu sei massone, allora?

– Si direbbe, no? – fu la laconica risposta dell’ex marinaio, mentre si riempiva la pipa; e Harvey ebbe così un altro mistero della vita del mare profondo su cui meditare.

                                                    

Rudyard Kipling, Capitani coraggiosi, Einaudi, 1982, pag. 98

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*